181

Scala dei Giganti

Galleria Scipione De Sandrinelli, 7

Trieste

Descrizione

È il podestà Scipione de Sandrinelli a commissionare agli architetti Ruggero e Arduino Berlam la costruzione in stile neoclassico (1907) che sostituisce la scala in arenaria da cui da Piazza Goldoni si saliva fino a San Giusto; ne conserva però il nome popolare, allora motivato dall’altezza dei gradini.

L’opera conferisce maestosità all’accesso alle gallerie scavate sotto San Giusto e San Giacomo per la linea del tram elettrico (1903). Salendo i 252 gradini, si arriva alla Chiesa metodista e, una volta in cima, da Via del Monte, dove un tempo stava il cimitero luterano, ci si gode la vista sul centro città.





Mappa